Creare utenti WordPress: ruoli e permessi da concedere

By  /  Seguimi su:            

Come creare utenti su WordPress, quali tipologie di ruoli sono previsti in WordPress e quali permessi concedere agli utenti

Hai la necessità di dare accesso al tuo sito o blog ma non sai come creare utenti su WordPress? O magari sai come creare un utente WordPress ma non conosci i vari tipi di ruoli WordPress esistenti non sai quali assegnare ai tuoi utenti?

WordPress è il software per eccellenza nella gestione dei blog e dei siti di editoria online ma anche per la gestione degli utenti che pubblicano articoli e non e nell’assegnazione dei ruoli ai vari utenti della piattaforma. Il successo decretatogli in tale ambito è certamente da riscontrarsi non soltanto nella facilità di gestione e pubblicazione degli articoli, ma anche nella estrema semplicità di gestione e coordinamento degli autori.

In questa guida di oggi ti spiegherò come creare e gestire utenti su WordPress e quali sono le varie tipologie e permessi disponibili, in modo da assegnare al meglio le varie attività che si svolgono sulla tua piattaforma CMS.

Riprodurre una redazione, degna delle più grosse realtà editoriali, in WordPress è davvero semplice, grazie alla gestione delle utenze direttamente dal pannello di controllo del CMS. In questa guida vedremo come configurare differenti profili utenti, come ad esempio quelli di editore, autore ecc.. Ogni profilo con un ruolo sarà caratterizzato da differenti permessi.

Dare accesso al proprio sito WordPress può essere necessario per esempio, per ricevere supporto diretto da parte dello sviluppatore del tuo tema oppure per collaborare con dei guest blogger o con collaboratori. In questi casi sarà inevitabile la concessione di permessi che permettano ad utenti selezionati la possibilità di scrivere, modificare dei contenuti, o effettuare determinate azioni.

Tuttavia per ragioni di sicurezza e riservatezza è opportuno concedere a questi user i permessi di cui hanno strettamente bisogno per lavorare sul sito.

Anche questo aspetto sarà trattato in questo articolo dove ti spiegherò nel dettaglio come creare un nuovo utente e come assegnare ad esso uno specifico ruolo, che gli permetta di fare determinate cose, e non altre, secondo le tue esigenze.

Come creare utenti su WordPress

In WordPress la gestione degli utenti e degli autori avviene tramite la sezione Utenti, raggiungibile dal menu laterale dal back end del sito (Bacheca).

Al primo accesso in questa sezione troveremo un unico utente, generato di default, che corrisponde proprio al nostro account di amministratore.  Per ogni utente, immediatamente visibili nella tabella, sono lo username, il nome e cognome, l’email, il ruolo ed il numero di articoli scritti.

Per modificare il profilo basterà spostarsi con il cursore sulla riga corrispondente e fare clic sul link Modifica. A seguire vediamo invece come aggiungere un nuovo utente dal pannello di controllo WordPress.

Aggiunta di un utente e gestione dei ruoli WordPress

Per creare utenti su WordPress accedi alla Bacheca, quindi clicca su Utenti e visualizza la schermata che raccoglie tutti i tuoi user, dandoti immediatamente dati essenziali su ognuno di essi (foto sopra).

Da qui ora puoi verificare il nome utente, il nome proprio, l’email, e il ruolo che hai gli hai precedentemente assegnato.

Se vuoi creare un nuovo utente, clicca semplicemente su Aggiungi Nuovo. Apparirà quest’altra schermata:

ruoli utenti wordpress

Come vedi, in questa sezione potrai inserire varie informazioni, tra cui il nome dell’utente, il suo indirizzo email, la password per accedere al sito, ecc.

Il campo a cui prestare maggiore attenzione è quello chiamato Ruolo. Qui potrai selezionare tra 5 tipi di utenti: Amministratore, Editore, Autore, Collaboratore e Sottoscrittore (tra breve ti illustrerò le differenza tra i vari tipi di utenti).

Inoltre, selezionando l’opzione Invia al nuovo utente questa password tramite email, l’utente per cui hai creato l’account riceverà le proprie credenziali di accesso via email.

Avrà così modo di conservare questi dati personalmente, e in un luogo sicuro. Infine, per completare la creazione del nuovo utente, clicca su Aggiungi nuovo utente.

Tipi di utenti e ruoli WordPress

Un campo molto importante, sul quale porre l’attenzione, è quello che va sotto il nome di Ruolo. Come accennavamo precedentemente, WordPress consente la gestione di più profili di utenza, ognuno caratterizzato da specifici permessi.

Selezionare e assegnare la giusta tipologia di ruolo quando si creano nuovi utenti è fondamentale anche per mantenere alto il livello di sicurezza del proprio sito WordPress (I migliori plugin di sicurezza WordPressWordPress sicurezza consigli).

Ora che sai come creare utenti su WordPress, ti illustrerò i vari ruoli esistenti in WordPress e relativi permessi che puoi concedere ai tuoi user:

  • Sottoscrittore: Questa è la tipologia di utente con gli accessi più limitati. Non può infatti fare alcuna modifica sul sito. Verrà semplicemente notificato quando vengono pubblicati i nuovi articoli. Si tratta in sostanza del lettore del blog. che rispetto tutti gli altri utenti che visitano spesso il portale, il sottoscrittore è un lettore attivo che ha scelto di iscriversi al blog per rimanere costantemente aggiornato e per interagire con la community tramite il sistema dei commenti. Oltre a leggere, commentare e ricevere la newsletter, il sottoscrittore non può compire nessun altra azione.
  • Amministratore: si tratta dell’utente più importante nel sistema, ha completo accesso al sito e può fare qualunque modifica, potendo controllare ogni minima sezione del blog. In suo potere sono tutte le azioni che abbiamo finora operato nel corso della guida: può cambiare e modificare i  file del tema, installare plugin, spostare widget, inserire e cancellare nuovi utenti, gestire i profili e così via. Come puoi sicuramente intuire, è opportuno limitare il numero di amministratori al minimo necessario. Se, occasionalmente, hai bisogno di concedere questo tipo di accesso a qualcuno, assicurati di rimuovere l’account una volta che il lavoro è stato terminato.
  • Editore: si tratta del profilo che sta un passo sotto all’amministratore ed è colui che si occupa della parte prettamente editoriale del blog e può lavorare su tutti i contenuti del sito. Un editore ha accesso a tutti le pagine e agli articoli, può modificarli, cancellarli, crearli, inoltre può moderare commenti, aggiungere/eliminare tag e gestire le immagini.
  • Autore: può unicamente lavorare sugli articoli del blog e differisce dall’editore in quanto possiede autorizzazioni molto più limitate. Sebbene, infatti, possa gestire immagini e visualizzare tutti gli articoli, può modificare, eliminare e aggiungere solo articoli propri.
  • Collaboratore: una figura che ha quasi gli stessi permessi dell’autore. L’unica differenza risiede nell’impossibilità di pubblicare i propri articoli. I post di un collaboratore, infatti, devono essere soggetti a revisione da parte dell’editore o dell’amministratore prima di essere pubblicati e andare online. in sostanza può creare e modificare articoli (soltanto quelli scritti da se stesso) ma non può pubblicarli.

Gestione del profilo utente in WordPress

Ogni utente iscritto al portale ha la possibilità di modificare le informazioni associate al proprio profilo.
Gli utenti registrati per aggiornare il loro profilo dal back end del sito, devono recarsi nella sezione Utenti fare clic sulla voce Il tuo profilo.

Si aprirà così una scheda contenente tutti i campi che riguardano non soltanto le informazioni personali, ma anche quelle di contatto.

Le prime informazioni riguardano le impostazioni personalizzate strettamente correlate al pannello di controllo:

  • Editor visuale: apponendo il segno di spunta alla voce correlata si disabilita l’editor di testo che compare durante la scrittura degli articoli e delle pagine;
  • Schema colore pannello di amministrazione: possiamo scegliere tra due differenti tonalità, grigio o blu, per personalizzare i colori del pannello di amministrazione;
  • Scorciatoie da tastiera: apponendo il segno di spunta alla relativa voce si abilitano le scorciatoie da tastiera per la moderazione dei commenti, ad esempio:
    • j seleziona i commenti spostandosi verso il basso
    • k seleziona i commenti spostandosi verso l’alto
    • a approva il commento selezionato
    • d sposta il commento nel cestino
    • z risposta il commento dal cestino nei commenti approvati
    • utilizzando in associazione ai tasti descritti fino ad ora il comando Shift è possibile applicare le stesse azioni su selezioni multiple
  • Barra strumenti: apponendo il segno di spunta alla voce correlata si visualizza anche nel front end del sito la barra superiore di accesso rapido alle funzionalità chiamata Admin Bar o toolbar WordPress (Qui: come rimuovere la barra di amministrazione admin bar WordPress).

A seguire vengono richieste informazioni sul Nome utente. Notiamo subito che il Nome utente, definito in fase di registrazione, non può essere modificato.  Può al contrario essere variato il Nickname. Dal menu a tendina Nome da visualizzare possiamo scegliere quale nome pubblico associare in automatico ai nostri post e commenti, a scelta tra il vero nome e cognome, il nome utente o il nickname.

Per ciò che concerne le Informazioni di contatto è possibile specificare oltre all’indirizzo email, che è un campo obbligatorio, anche un eventuale sito Web, gli account di AIM, Yahoo IM e Google Talk.

Nei profili di amministratore, editore ed autore è possibile specificare anche una breve biografia da far comparire nei vari articoli, per farsi meglio conoscere dai lettori.

L’ultimo campo disponibile è quello della password. Per effettuare la varizione dobbiamo inserire la nuova sequenza di caratteri e ripeterla nei due campi.

Al termine per rendere effettivi i cambiamenti facciamo clic su Aggiorna.

Conclusione su: come creare nuovi utenti WordPress e gestire i ruoli

Con questa guida hai imparato come creare utenti su WordPress, quali sono le varie tipologie di utenti e i permessi che puoi assegnare ai vari utenti. Come hai visto, sono tante le opzioni di personalizzazione ed hai un margine molto ampio di azioni che puoi rendere disponibili o meno per ognuno dei tuoi user.

Se questa guida ti è piaciuta condividerla sui social network oppure lascia un commento nell’apposito box!

Condividi sui social

Sostieni anche tu Creare Blog e Siti Web Wordpress con una piccola donazione con PayPal!

Donazioni sicure con PayPal
come creare un blog Wordpress

Ideatore e fondatore di Creare Blog e Siti Wordpress. Consulente Wordpress per aziende e professionisti che desiderano promuovere i loro servizi o prodotti sul web attraverso un blog, sito web o ecommerce.

Estensioni per Woocommerce

Prendi subito le estensioni premium che ti servono ad ampliare le funzionalità del tuo ecommerce con Woocommerce usufruendo dello sconto del 30% solo per oggi!

WooCommerce

Page Builder Wordpress

Se stai impazzendo per capire come creare pagine web avanzate dall'aspetto grafico accattivante e coinvolgente è perchè non usi uno di questi strumenti!

Rispondi con un commento

  Segui i nuovi commenti  
Notificami
WooCommerce