SEO strategie WordPress: ecco gli errori da evitare

By  /  Seguimi su:     

Strategie SEO WordPress: gli errori da evitare per una buon posizionamento sui motori di ricerca.

Strategie SEO negative – In un precedente articolo ho esposto quelle che sono le regole principali da seguire per una corretta indicizzazione e buon posizionamento del tuo sito web o blog .
In questa sede, accenno invece, al fatto che la mancanza di risultati o, peggio ancora, il peggioramento del posizionamento di un sito Web sui motori di ricerca potrebbero essere la conseguenza di penalizzazioni dovute all’adozione di strategie SEO da evitare assolutamente, perché vengono considerate come comportamenti “non corretti” dalle policy dei motori di ricerca.
In questo articolo, quindi, vedremo di riassumere brevemente i comportamenti SEO da evitare per non incorrere in sanzioni che vanno dalla penalizzazione nel ranking alla totale esclusione (ban) dai risultati di ricerca.
Certe strategie utilizzate per fare SEO una volta erano utili, ma da un momento all’altro a Google non sono più piaciute e quindi se si effettuano, il sito verrà penalizzato nei motori di ricerca e verrà danneggiato il ranking del tuo sito.
Dopo gli ultimi aggiornamenti di Google, infatti, ci sono alcune strategie SEO da evitare assolutamente. Vuoi sapere quali sono? Continua a leggere, le elencherò dettagliatamente in questo post.
Oggi continuo a parlarti di SEO e lo faccio innanzitutto suggerendoti di guardare un video interessante pubblicato su YouTube da Google a cui fa eco una presentazione di Mountain View condivisa su Google Presentazioni. Entrambe le risorse riassumono i 5 errori SEO che sono assolutamente da evitare per la buona riuscita di una corretta strategia di posizionamento.
Se non lo sai, il processo denominato SEO (Search Engine Optimization) ha lo scopo di migliorare la visibilità di una pagina web o di un sito sui motori di ricerca. Attraverso una serie di algoritmi vengono controllati diversi parametri, per esempio le keywords oppure la qualità del contenuto, per far sì che il ranking dei siti web di qualità aumenti nei motori di ricerca.
Se prima questi algoritmi si potevano “aggirare” facilmente, adesso le cose sono un po’ diverse. Con l’introduzione degli aggiornamenti Panda e Penguin (ora Penguin 3.0) di Google, i ranking di molti siti sono precipitati, poiché tali aggiornamenti verificano l’eventuale presenza di vecchie strategie SEO da evitare assolutamente, ovvero queste che seguono. Ma andiamo nel concreto vedendo quali sono le vecchie tecniche SEO da evitare per non incorrere a penalizzazioni.

Errori SEO da evitare assolutamente: le strategie SEO ormai vecchie e negative per il tuo sito web o blog

Non utilizzare troppe Keywords

L’utilizzo delle keywords è il modo più adatto e semplice per far aumentare il ranking di un sito web, ma non bisogna esagerare ad inserire le parole chiavi, perchè troppe parole inserite penalizzeranno il sito web; ormai gli algoritmi di Google sono così intelligenti che riescono a capire se un utente sta facendo un buon uso o no delle keywords.

Evitare il Keyword stuffing

Uso eccessivo e rindondante delle parole chiave all’interno del titolo, dei meta tag o del contenuto della pagina sono già negativi. Il keyword stuffing è considerato ancora più grave, perchè si utilizzano delle keywords non attinenti al contenuto della pagina e che potrebbero, pertanto, sviare i motori di ricerca nella loro attività di riconoscimento e di indicizzazione delle pagine.

Puoi lavorare sulle parole chiave che utilizzi nel tuo sito web con il seguente strumento: Google Keyword Tool

Non utilizzare le Doorway

Le doorway sono pagine di scarso valore ottimizzate per specifiche keyword che hanno come finalità sia quella di essere ben posizionate nelle SERP al fine di “catturare” l’utente, sia quella ancora più fondamentale, di reindirizzare verso altre pagine del sito.

Non Inserire contenuti nascosti

Molti webmaster, al fine di incrementare il proprio posizionamento, sono soliti inserire frasi e/o link nascosti agli utenti ma riconoscibili dai motori di ricerca; ciò è possibile, ad esempio, mediante l’uso di CSS o, più semplicemente, scrivendo testo dello stesso colore dello sfondo della pagina;

Non copiare il contenuto

Non copiare per nessuna cosa al mondo il contenuto da altri siti web, gli algoritmi di Google se ne accorgeranno velocemente e il tuo sito web in questa maniera non crescerà mai; prendi spunto da altri siti web ma non copiare assolutamente nulla. Si tratta in sostanza di rispettare la regola del copyright.

Non generare contenuti automatici

Un’altra pratica sconsigliata per la SEO utilizzare software per le generazione automatica di testo al solo fine di promuovere determinate keyword. Talvolta si tratta spesso di paragrafi di testo casuali che non hanno alcun senso per il lettore ma che possono contenere parole chiave oppure testi “catturati” da altri siti tramite feed RSS e ricomposti attraverso semplici logiche di keyword spamming;

Evitare lo scambio di Link (o Link Building)

Questa tecnica SEO scorretta chiamata in inglese Link Building ovvero scambio di link è risultata utile fino al 2005, da quel momento in poi non viene più utilizzata da nessuno; è una tecnica da evitare per non andare incontro a penalizzazioni da parte di Google e dai motori di ricerca in generale anche perché inutile.

Non iscriversi alle Article Directory

Questi strumenti permettono di pubblicare un articolo con un link diretto al tuo sito web; al dire il vero non è una cattiva idea ma non è consigliato in quanto moltissime directory non sono viste di buon occhio dai motori di ricerca e quindi sia le directory che i siti web inseriti all’interno verranno penalizzati.

Visita questa pagina se vuoi invece avere dei consigli SEO e conoscere quali siano le regole principali per una corretta startegia SEO necessarie per migliore indicizzazione del tuo sito web o blog nei motori di ricerca: Consigli SEO ecco le principali regole.

Conclusione su: SEO strategie WordPress

Quelle che hai appena letto in questo articolo sono realmente le strategie SEO da evitare perchè penalizzano il posizionamento di un sito web. Non farti cogliere in tentazione, queste tecniche potrebbero nuocere al tuo sito e danneggiare il ranking raggiunto con tanto duro lavoro.

Se hai altre strategie SEO negative da segnalare in base alla tua esperienza scrivi il tuo commento nel box commenti.

come creare un blog Wordpress
By Antonio Rizzo

Ideatore e fondatore di Creare Blog e Siti Wordpress. Consulente Wordpress per aziende e professionisti che desiderano promuovere i loro servizi o prodotti sul web attraverso un blog, sito web o ecommerce.


Ottieni anche tu tutti i vantaggi riservati agli iscritti di Creare Blog e Siti Web Wordpress!

Rispondi con un commento

  Segui i nuovi commenti  
Notificami