Tag e Categorie WordPress

By  /  Seguimi su:            
 

Tag e categorie WordPress: scopri come usarli correttamente. Quali sono le differenze tra tag e categorie WordPress? Quando dovresti usarli sul tuo blog? Se stai leggendo questo articolo, probabilmente hai qualche dubbio su come usare correttamente le categorie e i tag di WordPress. Ecco allora per te la guida definitiva per usare in modo corretto tag e categorie su WordPress!

In questo post scoprirai tutto ciò che potresti ragionevolmente voler sapere sull’uso di categorie e tag in WordPress.

Differenza tra tag e categorie WordPress

La prima domanda che ti sarai fatto sicuramente è: a cosa servono esattamente le categorie e i tag di WordPress? Entrambi possono essere applicati ai post del blog, ma non alle pagine di WordPress, ed entrambi creano autamitacamnete delle pagine di archivio in WordPress.

Per pagine archivio intendo quelle pagine specifiche in cui sono elencati tutti i post con una determinata categoria o tag (una sorta di raccoglitori di contenuti più o meno specifici).

La seconda domanda che devi porti: perché sono importanti i tag e le categorie di WordPress e quali esigenze soddisfano? Sia i tag che le categorie di WordPress sono rilevanti sostanzialmente per due semplici motivi:

  • Per l’ottimizzazione SEO e l’organizzazione dei contenuti sul tuo Blog;
  • Per i visitatori in generale, e per gli utenti del tuo Blog, perché ti consentono di raggruppare i contenuti correlati e di conseguenza facilitare la navigazione all’interno del tuo sito web.

Tag e categorie di WordPress: ecco le principali differenze?

Dal punto vista strettamente funzionale, c’è solo una vera differenza tra categorie e tag: le categorie possono avere una struttura multi-livello di tipo verticale (cioè a più livelli di profondità rappresentati dalle sottocategorie) mentre i tag non possono contenere delle sotto-categorie.

Quindi se hai un Blog che tratta più argomenti e magari multi-autore organizzare il tuo sito con una struttura ad albero basato su categorie e sottocategorie principali è un’esigenza inevitabile e non un’opzione.

Tieni presente che la categoria principale elenca tutto il contenuto assegnato a se stessa e tutto il contenuto presente in tutte le sue sottocategorie.

Nella maggior parte dei template di WordPress premium, le categorie vengono visualizzate nel post mentre i tag non vengono visualizzati, perché i tag non sono ottimi per la navigazione (e nemmeno per la SEO).

Le categorie WordPress: ecco come usarle

tag e categorie wordpress ecco come usarli correttamente

Dopo aver fatto delle premesse necessarie circa le differenze tra su tag e categorie WordPress, diamo un’occhiata più da vicino a tutto ciò che devi sapere sulle categorie.

Come creare le categorie per gli articoli del tuo Blog WordPress

Ti ho già chiarito che le categorie rappresentano uno strumento utile per i tuoi visitatori e per il SEO. Pertanto, una corretta progettazione e struttura dei contenuti in senso “verticale” attraverso la suddivisione per categorie porta sicuramente ad ottimi risultati.

Ecco allora quali sono le 5 semplici linee guida che devi seguire per creare correttamente le categorie del tuo blog WordPress:

  • Mantieni le categorie chiaramente distinte tra loro ma appartenenti alla stessa nicchia. “Attrezzatura per la pesca” e “Suggerimenti sulla pesca” sono due categorie chiaramente separate;
  • Crea un numero di categorie sul tuo sito adeguato alla quantità dei contenuti;
  • Progetta le tue categorie in base alle nicchie ristrette di pubblico a cui ti rivolgi piuttosto che cercare di coprire troppi argomenti molto diversi tra loro;
  • Determina i nomi delle tue categorie con lo stesso criterio usato per le CTA (o Call To Action). In pratica, devi definire i nomi delle categorie come se fossero degli inviti all’azione, per es.: “Investi nelle migliori attrezzature per la pesca” oppure “Ottieni subito suggerimenti per la pesca”
  • Non creare categorie che contengano solo 3-5 articoli ma almeno una decina.

Come applicare correttamente le categorie agli articoli del Blog

Ecco 3 regole fondamentali che devi osservare quando categorizzi i contenuti sul tuo Blog WordPress:

  • La prima regola: assegna una sola categoria per ogni articolo di blog;
  • La seconda regola: se scrivi un articolo su qualcosa che non rientra in nessuna delle tue categorie disponibili ma può essere affiancato da altri post correlati in futuro, aggiungi un tag univoco. Una volta che hai almeno 5 post con questo nuovo tag, puoi dividerli in una nuova categoria;
  • La terza regola: se crei un contenuto che non si adatta perfettamente a nessuna delle tue categorie, basta aggiungerlo a tutto ciò che è più correlato. È meglio avere alcune parti tangenzialmente correlate in una categoria piuttosto che avere molte categorie quasi senza contenuto.

Come aggiungere categorie alla navigazione del tuo sito web

Precedentemente, ti ho precisato che le categorie ti consentono di facilitare la navigazione sul tuo sito web ai tuoi utenti del Blog. Parte del lavoro delle categorie è quindi anche rendere i tuoi contenuti più navigabili.

Ma come dovresti fare esattamente per rendere il tuo sito web navigabile e quindi usabile? Partiamo innanzitutto dalle cose che non dovresti fare assolutamente:

Non devi aggiungere le categorie al menu di navigazione principale! Qui devi aggiungere link che puntano a contenuti travolgenti e pulsanti CTA.

Ma allora qual è il posto giusto?

Un buon posto per aggiungere un elenco di categorie è la barra laterale del tuo Blog. Un altro modo in cui una buona categorizzazione può migliorare la navigazione sul tuo sito è attraverso widget di post correlati. Temi e plug-in che consentono di visualizzare post correlati nella parte inferiore degli articoli di solito scelgono tali post in base alle categorie.

I Tag di WordPress: approfondimento

Ora che abbiamo finito con la trattazione delle categorie, diamo uno sguardo più da vicino ai tag WordPress per scoprire a cosa servono e come usarli nel miglior modo possibile evitando degli errori fatali in termini SEO.

Tag WordPress come usarli in modo corretto

La prima regola in assoluto per i tag è di non usarli per la navigazione del tuo sito web. In precedenza, molti blog contenevano un numero di tag spropositato (a volte persino nuvole di tag animate … * shudder *).

Per fortuna questa moda è tramontata!

I tag WordPress non sono un buon modo per facilitare la navigazione. Di solito ce ne sono troppi e non c’è un buon modo per visualizzare la navigazione di una tonnellata di elementi senza alcuna gerarchia interna (ricorda: i tag non possono essere strutturati con relazioni padre / figlio come le categorie).

Ti consiglio di tenerli come strumento utile per l’organizzazione interna o meglio di backend per il tuo Blog.

Tag WordPress: uno strumento perfetto per l’organizzazione interna dei contenuti

Se i tag non sono un ottimo strumento per la navigazione, per cosa dovresti usarli? Ecco i 3 esempi più utili:

  1. Aggiungi i tag in base alla tua strategia di content marketing. Ad esempio potresti avere tag “case study”, “news”, “tutorial” e “promozione” e utilizzarli per assicurarti di continuare a pubblicare questi tipi di contenuto con un certo rapporto tra loro.
  2. Alcuni widget di post correlati per WordPress possono anche prendere in considerazione i tag. In tal caso, puoi utilizzare i tag per ottimizzare i consigli sui post correlati;
  3. Aggiungi i tag ToFu (o Top Funnel), MoFu (o Middle Funnel), BoFu (o Bottom Funnel) ai tuoi contenuti, perfetti per indicare a quale segmento del tuo pubblico è rivolto quel specifico contenuto associato (utile per i Funnel di vendita e di Lead Generation).

A differenza delle categorie l’uso dei tag è completamente opzionale e puoi aggiungerne più di uno per ciascun post. Tuttavia, la regola “no orfani” si applica anche ai tag: non serve infatti avere 200 tag sul tuo Blog quando 30 di essi contengono solo un post ciascuno.

Tag WordPress e SEO

L’indicizzazione delle pagine dei tag crea una tonnellata di contenuti duplicati sul tuo sito web, che deve invece contenere solo contenuti unici e non doppioni.

Assicurati che le pagine dei tag non siano indicizzate.

I tag sono una sorta di etichette utili a classificare i contenuti di un blog in modo “orizzontale” e sono meno specifici rispetto alle categorie. La loro funzione è quella di unire articoli di categorie diverse.

Uno tra gli errori più comuni è quello di creare dei tag inutili che non verranno mai utilizzati, commettendo anche l’errore di nominarli allo stesso modo delle categorie.

Conclusioni su: come usare i tag e le categorie di WordPress?

In questo articolo hai scoperto le potenzialità e l’utilità dei Tag e delle categorie di WordPress. Hai imparato anche: quali sono le loro principali differenze tra Tag e categorie WordPress; e soprattutto come usare correttamente tag e categorie in WordPress

Prima di concludere voglio suggerirti anche 3 plugin utili per gestire le categorie e i tag e che puoi usare in modo alternativo o complementare:

Redirection (utile per gestire le modifiche dei permalink di pagine e articoli se non usi Yoast SEO Premium) – Bulk Move (per gestire, unificare o spostare interi blocchi di articoli verso altre categorie o tag evitando gli errori 404 per pagine inesistenti) da – Yoast SEO (oppure Rank Math per evitare di installare Redirection)

Ti è piaciuto questo contenuto? Intendi agire e apportare alcune modifiche al tuo sito, in base a quanto appreso sui tag e le categorie di WordPress? Fammi sapere i tuoi pensieri lasciando un commento qui sotto!

Se desideri creare il tuo primo Blog personale per promuovere la tua attività professionale oppure vuoi cominciare a vendere online i tuoi prodotti e servizi clicca sul pulsante qui sotto per scegliere il tuo servizio su misura:

OPPURE

DIVENTA ANCHE TU MEMBRO PREMIUM DELLA COMMUNITY!
Ottieni tutti i vantaggi rservati ai membri premium!

Registrandoti diventi un membro premium.

Avrai accesso a tutti i contenuti riservati.
Potrai accedere anche in automatico alle offerte promozionali riservate ai membri della Community!
Sì, voglio registrarmi!
close-link
UNISCITI PURE TU ORA!
Ottieni tutti i vantaggi rservati ai membri premium!

Registrandoti diventi un membro premium.

Avrai accesso a tutti i contenuti riservati.
Potrai accedere anche in automatico alle offerte promozionali riservate ai membri della Community!
Sì, voglio registrarmi!
close-link

Sostieni anche tu Creare Blog e Siti Web Wordpress con una piccola donazione con PayPal!

Donazioni sicure con PayPal
By Antonio Rizzo

Ideatore e fondatore di Creare Blog e Siti Wordpress. Consulente Wordpress per aziende e professionisti che desiderano promuovere i loro servizi o prodotti sul web attraverso un blog, sito web o ecommerce.

Estensioni per Woocommerce

Prendi subito le estensioni premium che ti servono ad ampliare le funzionalità del tuo ecommerce con Woocommerce usufruendo dello sconto del 35% solo per oggi! VAI QUI

estensioni woocommerce

Page Builder Wordpress

Se stai impazzendo per capire come creare pagine web avanzate dall'aspetto grafico accattivante e coinvolgente è perchè non usi uno di questi strumenti!

Rispondi con un commento

avatar
  Segui i nuovi commenti  
Notificami
WooCommerce
Web Hosting
Ottieni tutti i vantaggi rservati ai membri premium!

Registrandoti diventi un membro premium.

Avrai accesso a tutti i contenuti riservati.
Potrai accedere anche in automatico alle offerte promozionali riservate ai membri della Community!
Sì, voglio registrarmi!
close-link
realizzazione siti internet

Non perdere il 10% di sconto sui pacchetti Personal - Corporate - Business

Usa il Coupon: SITESTANDARD
OTTIENI LO SCONTO!
close-link